Vai ai contenuti

Menu principale:

Carisma e Spiritualità

Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria e Consacrazione alla Divina Volontà secondo la serva di Dio Luisa Piccarreta

Il carisma fondante è Trinitario - Mariano (Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria che conduce alla Consacrazione e alla vita nella Divina Volontà: all’eterna volontà del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo).
I Consacrati e le Consacrate contemplano, attraverso il Cuore Orante di Maria, il Cristo orante che prega e insegna a pregare il Padre Nostro, «pertanto voi pregate così: Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno, sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra...» (Mt 6,9-10).
Il tratto centrale della spiritualità dell’Associazione è costituito da un fervente spirito di preghiera per l’adempimento delle parole del Padre Nostro “Adveniat Regnum tuum, fiat voluntas tua sicut in coelo et in terra”.
Questa parte della preghiera, costituisce il segreto per l’attuazione e il compimento del Regno di Dio “in terra perché essa non sia diversa dal cielo” e introduce negli interessi divini del Cuore di Cristo, impegnando i membri a farli propri e dedicarsi a essi con zelo.

«Cari fratelli e sorelle, ogni giorno nella preghiera del Padre nostro noi chiediamo al Signore: «sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra» (Mt 6,10).    Riconosciamo, cioè, che c'è una volontà di Dio con noi e per noi, una volontà di Dio sulla nostra vita, che deve diventare ogni giorno di più il riferimento del nostro volere e del nostro essere. […].Nella preghiera di Gesù al  Padre, in quella notte terribile e stupenda del Getsemani, la “terra” è diventata “cielo”; la “terra” della sua volontà umana, scossa dalla paura e dall’angoscia, è stata assunta dalla sua volontà divina, così che la volontà di Dio si è compiuta sulla terra. E questo è importante anche nella nostra preghiera: dobbiamo imparare ad affidarci di più alla Provvidenza divina, chiedere a Dio la forza di uscire da noi stessi per rinnovargli il nostro “sì”, per ripetergli «sia fatta la tua volontà», per conformare la nostra volontà alla sua». (Benedetto XVI - Udienza generale del 1° febbraio 2012).

CCC 2825: «Egli comanda ad ogni fedele che prega, di farlo con respiro universale, cioè per tutta la terra. Egli, infatti, non dice: “Sia fatta la tua volontà” in me o in voi, “ma in terra, su tutta la terra”; e ciò perché dalla terra sia eliminato l’errore e sulla terra regni la verità, sia distrutto il vizio, rifiorisca la virtù, e la terra non sia diversa dal cielo
» (San Giovanni Crisostomo, Homilia in Matthaeum 19, 5: PG 57, 280).

La novità sta nell’invito di Dio, non solo a fare ma a vivere nel Divin Volere, e trae la sua chiara manifestazione nella spiritualità e nella vita della Serva di Dio Luisa Piccarreta. È la Divina volontà operante nella creatura e la creatura operante in modo divino in Essa.
L’essenza del carisma del Divin Volere è la pratica interiore che consiste nell’applicarsi per quanto è possibile, in ogni istante a vivere in perfetta unione con la Divina Volontà, chiedendo l’avvento di Dio sulla terra. Con la forza della grazia, s’intende compiere ogni atto della propria vita nel Volere Divino (Cfr. Deus Caritas Est, n. 17), fondendo la propria volontà umana nella Divina Volontà: «solo nell’unificazione della sua volontà con quella divina, l’uomo diventa divino» (Benedetto XVI - Udienza Generale, 26 giugno 2008), così da poter dire: «Non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me» (Gal 2, 20).

Maria Madre e Regina della Divina Volontà è il modello di consacrazione verginale e di dedizione totale al Signore. Lei, che ha creduto nell’adempimento delle parole del Signore e ha custodito e vissuto il decreto divino del “fiat voluntas tua sicut in coelo et in terra”, invita a far vita della loro vita la preghiera che il Figlio ha insegnato (Mt 6,9-10).

La Consacrazione nella vita della Divina Volontà non è altro che la concretizzazione della Consacrazione alla Madonna, la Quale ha vissuto solo e sempre per fare e vivere la Divina Volontà, quindi il “Totus Tuus” non è altro che il mezzo per vivere come Lei è vissuta: di Divina Volontà.
Il carisma fondante è realizzato nella vita concreta di ogni giorno in un’incessante preghiera nella Divina Volontà e nell’adesione continua della propria volontà a quella Divina, ed è proprio quest’adesione continua alla Volontà Divina che favorisce mirabilmente lo sviluppo della vita di orazione, nei singoli e nella comunità. La giornata dei Consacrati e delle Consacrate è scandita da sette ore e mezza di preghiera comunitaria.
I Fedeli possono partecipare alla preghiera comunitaria serale che inizia ogni giorno alle 17.00 con la celebrazione dei Vespri e del Santo Rosario, prosegue con la S. Messa e termina con l’Adorazione Eucaristica  e il S. Rosario di ringraziamento.


«La storia d'amore tra Dio e l'uomo consiste appunto nel fatto che questa comunione di volontà resce in comunione di pensiero e di sentimento e, così,  il nostro volere e la volontà di Dio coincidono sempre di più: la volontà di Dio non è più per me una volontà estranea, che i comandamenti mi impongono dall'esterno, ma è la mia stessa volontà, in base all'esperienza che, di fatto, Dio è più intimo a me di quanto lo sia io stesso. Allora cresce l'abbandono in Dio e Dio diventa la nostra gioia
» (Deus Caritas Est, n. 17).



La preghiera comunitaria serale si svolge a Sessano del Molise (IS) ogni sera, dal lunedì alla domenica, nella Chiesa Madonna delle Grazie - Cittadella  Mariana e di Padre Pio.

Torna ai contenuti | Torna al menu